Statistiche

1998: Marocco


Piuttosto che un resoconto allego un file umoristico che ho prodotto quella volta al rientro dalla vacanza.

Siamo io, Lucia e Caterina al suo primo viaggio con me (neanche la conoscevo) ed è poi diventata una carissima amica. All'andata diamo un passaggio a un ragazzo di Trieste che andava ad Almeria per trovare la ragazza che era là per l'Erasmus. Si dorme in spiaggia all'andata a Tarragona, il ritorno ad Almeria e in un autogrill in Liguria.

Difficoltà burocratiche zero. Basta il passaporto senza visto e la carta verde per l'auto. Banalità.

CONSIGLI PER UN VIAGGIO SICURO ED

ECONOMICO IN AFRICA DEL NORD (MAROCCO)

A cura di Marcello Ciancio

VIAGGIO: Sono solo 2500 km di strada per lo stretto di Gibilterra. E' quasi tutta autostrada, Basta fermarsi a dormire uno notte in spiaggia ad un centinaio di chilometri a sud di Barcellona e si risparmiano i soldi dell'albergo ed il tempo per trovarne uno a buon prezzo. Fare attenzione in spiaggia al passaggio di mezzi cingolati tipo trattori per non rimanerne maciullati e per non prendersi uno spavento durante la notte.

CONFINI EUROPEI: non ci sono più, che bello!

TRAGHETTO: Le differenze di prezzo tra le varie compagnie sono insignificanti. Prendere il primo traghetto che c'è. La rotta Algeciras-Ceuta è la più economica: 20 euro per l'auto, 10 per persona. A Ceuta fare la benza a 0,35 euro al litro che conviene.

CONFINE COL MAROCCO: Non calcolare tempi, posteggiare l'auto e qualche marocchino vi aiuterà a svolgere tutte le pratiche burocratiche (e poi dategli la mancia) Di solito un paio d'ore per gli uffici bastano. La polizia tratta gli italiani con un occhio di riguardo. Non spaventatevi se sono tutti marocchini.

TETOUAN: E' grande, anche se non l'avete mai sentita. Il centro è carino. Trovate una locanda per marocchini dove spenderete 2,5 euro a persona e nella quale cacciano delle persone da una stanza per darla a voi. Non pretendete anche le lenzuola pulite, però! Le lavano una volta al mese, se siete fortunati...

POSTEGGI: Potete posteggiare la macchina in centro o nel deserto, pagate mezzo euro e qualcuno ve la guarderà. Tranquilli che non c'è metodo più sicuro per ritrovarla intatta. Metà della popolazione marocchina posteggia l'auto, metà fa il posteggiatore. Se la posteggiate la notte pagherete un euro. Chiedete quanto vogliono per il posteggio, e se vi chiedono di più fatevi una bella risata e ditegli in italiano di andare a fregare qualcun altro. Se volete ogni tanto ve la fate lavare lì dov'è per 2 o 3 euro. Tornate ed è splendente.

MEDINA: E' inutile partire con l'idea che non comprate tappeti, tanto li comprate.

CHEFCHAOUEN: Se volete hashish, qui ve lo offrono. Qualche volta è un trucco: il tipo che ve lo vende vi denuncia, voi pagate la multa ai poliziotti che vi sequestrano l'hashish. lo tornano allo spacciatore e fanno a metà dei soldi della multa con lo spacciatore. A vostro rischio e pericolo. Comunque se lo comprate è decisamente molto più a buon mercato che in Italia.

FES: La città è piena di morti di fame. Il centro è un vero labirinto. Il campeggio (DIAMANT VERT) è quanto di più incredibile possa esserci: piscina olimpionica, discoteca, bar. ecc. Vedere i marocchini che ballano hip hop o adulti maschi o bambine ballare musiche marocchine vale davvero la pena.

MATRIMONI BERBERI: Se vedete in un paesino un casino bestia e gente in costume tradizionale, quello è un matrimonio berbero. Niente paura, avvicinatevi, chiedete se è possibile vedere e nessuno vi dirà di no. Potete anche ballare, non sarete considerato l'attrazione, perchè stavolta l'attrazione è il matrimonio.

CASE: Sono fatte con la terra, o almeno l'intonaco è fatto con la terra. Per cui se la terra è gialla le case sono gialle, se la terra è rossa le case sono rosse. Quindi si confondono con la terra, i paesi non si vedono e talvolta si sbatte su qualche casa che non avete visto.

MIDELT: Dormire in hotel per marocchini a prezzi insignificanti, mangiare in locande marocchine terrificanti, iniziare (economicamente) diarrea e problemi intestinali. Meglio così che spendendo un'iradiddio nel ristorante di lusso. Non dimenticate il BIMIXIN!

ACQUA: Una bottiglia mezzo euro. Ovunque.

Ne berrete 2 o 3 o 4 al giorno a persona. Chiunque.

FRUTTA: Mentre guidate lungo la strada montagne, tonnellate di fichi, fichi d'india, meloni gialli, meloni bianchi, angurie, mele, banane, arance ecc... Vista la temperatura è un ottimo pranzo: approfittate.

ERFOUD: Trovate un buon albergo con aria condizionata per riuscire a passare la notte indenni dal caldo, magari anche con la piscina, e lasciate che 3 insegnanti italiane colleghe o ex colleghe di una vostra amica vi propongano di andare a visitare le dune con una Jeep. 20 euro a persona. Fermatevi a comprare un po' di fossili lungo il viaggio in jeep che fate un figurone regalandoli spendendo 7 o 8 volte meno che in Italia. Quando arrivate a Merrzouga mollate tutto e iniziate a salire alla grande duna per vedere il tramonto da lì. Indimenticabili, sia la fatica per arrivare su (provate a camminare in salita sulla sabbia) che il panorama. Scendete a rotta di collo dal versante più ripido della duna che non è pericoloso, è divertentissimo ed arrivate giù in un niente.

TINEGHIR: Andate a visitare le gole del Todra che sono indimenticabili. Tornando indietro fermatevi a controllare la temperatura del motore. Quando il motore puzza e la temperatura è incandescente fermatevi. Buttare l'acqua che avete precedentemente comprato sul radiatore (non sul motore!) e aspettate. Con cinque tappe così in due ore riuscite anche a fare 6 km fino ad arrivare dal meccanico spinti da una banda di bambini che si impadroniscono dell’auto e dovete correre per non perderli mentre la spingono nell’unica officina nel raggio di 80 km. Se fate la figura dei morti di fame forse non vi fa cambiare mezzo motore e vi cambia solo la pompa dell'acqua dell'impianto di raffreddamento. Portatevi le scarpe da ginnastica vecchie misura 41 che vanno bene al meccanico, e così, contrattando, riuscite a pagare 40 euro, le scarpe da ginnastica ed un paio di T-shirt.

BENZINA VERDE: c'è, basta un po' di pazienza per trovare il distributore he ce l'ha. Nel sud fare benzina appena si ha mezzo serbatoio che non si sa quando è il prossimo. Costa 0,7 euro al litro.

IMLIL: Comprare la cartina dei sentieri, dormire al rifugio del CAF (Club Alpino Francese) che c'è lo sconto per i soci CAI. Se volete fatevi portare il giorno dopo su gli zaini dai muli che per arrivare al successivo rifugio a 3200 m di quota ci sono 5 ore di salita.

Ci sono bar e alimentari durante la salita, non ingolfatevi di peso.

La notte a 3200 m quando non riuscite a dormire per il mal di montagna ed i sintomi iniziano a essere quelli dell'edema polmonare, prendete il sacco a pelo e scendete con la lampada tascabile per circa un'ora. Dormite a 13 gradi ventosi durante la notte e la mattina presto evitate i cani pastori e tornate su al rifugio, fate colazione ed andate in vetta al Jebel Toubkal (4167 m). Con calma, molta calma, che anche se è una passeggiata aria non ce n'è poi tanta. Tornate al rifugio che stavolta riuscite a dormire (si chiama acclimatamento). Tornate giù in paese, pagate il solito posteggiatore e con le gambe piene di acido lattico e lo stomaco pieno di Bimixin andate a

MARRAKECH: Mi ci sono innamorato. Tornerò qui. La medina, la piazza Jamaa el fna di giorno, ma soprattutto la sera, dall'alto dei bar panoramici, e dentro cantastorie, incantatori di serpenti, giochi per vincere bottiglie di cocacola, baracchini per mangiare lumaconi, altri con il succo d'arancia, grigliate di carne verdura, cus cus.

Non credevo che esistessero in Africa città vive di una vitalità come Amsterdam o Londra a Covent Garden, con in più la vivacità araba. Di giorno dalle 11 alle 17 è consigliabile la siesta con l'aria condizionata.

PANORAMI: Sempre diversi, montagne, colline, pianura, laghi, fiumi, cascate.

ESSAOUIRA: Vieste, in Africa. Ma più grande. Lungomare, spiagge, alberghi, camping, molto bello. Agadir è per gli stranieri, Essaouira è la località di mare principale per i marocchini. Ma se sperate di venire qua a prendere il sole a mare sbagliate di grosso. Ci sono 18 gradi ed un vento gelido dall'oceano. Tutto l'anno. Va bene per far vela, forse, ma con la muta perchè l'acqua è fredda. Dicono che ogni tanto d'estate la temperatura arrivi a 15 gradi, ma ne dubito. Comunque potete prendere il sole in spiaggia con il pile, non è lo stesso ma si può.

CASCATE DI OUZOUD: Ricordate il paradiso terrestre, con gli alberi, gli animali in libertà, laghi, fiumi, tutto in armonia? Era qui. Da non perdere. Se siete fortunati (e lo siete) vedete anche i nostri nonni, le scimmie, in libertà.

CASABLANCA: C'è un bel campeggio in centro dove è comodo alloggiare. Debilitati dagli antibiotici intestinali andate a mangiare al Pizza Hut, che è uno dei luoghi chic. La città è enorme, tutta uguale, tutta nuova, per cui vi perderete. Andate a visitare la moschea di HassanII che è la terza dell'Islam (dopo Medina e La Mecca) e la più grande visitabile da noi infedeli. La macchina fotografica serve solo per fotografare i particolari perchè è così immensa che tutta nell'obiettivo non ci sta.

IL RE: E' nei francobolli, nelle banconote, nei bar che beve il cappuccino, dai calzolai che si fa pulire le scarpe, al ristorante che mangia. La moschea, che ha il suo nome, l'ha fatta fare lui nel 1993. Il popolo lo adora. Gli studiati dicono che almeno finchè c'è lui gli integralisti se ne restano in Algeria. Tanta paura degli integralisti, qui.

POLIZIA: Ma ha visto lo stop? Si, ma non c'era nessuno. Doveva fermarsi lo stesso, sa? Lo so, mi scusi. Che nazionalità siete? Italia. Italia! Baggio, Roberto Baggio, vada pure ma attento agli stop. Grassie.

STRADE: Asfalto dappertutto. Ma molte strade hanno la striscia asfaltata larga una corsia, più 3 metri a destra e 3 metri a sinistra sterrati. Che talvolta sono sterrati, e talvolta sono pietroni. Quando viene una macchina in senso contrario terrorizzati dallo scontro frontale si frena, ci si butta a destra e si distruggono pneumatici e ammortizzatori.

Consigli: Metodo1 - E' un gioco che fanno quasi tutti in Marocco: si punta verso l'avversario a novanta all'ora, e chi ha più paura si butta fuoristrada per primo. Basta fare un po' di pratica e diventa divertentissimo.

Metodo 2 - Si sta a destra a destra a destra, e così fa l'avversario, e si passa a novanta all'ora tutti e due sull'asfalto, con gli specchietti che si sfiorano per 2 o 3 millimetri. Molto emozionante.

La notte le strade non hanno catarifrangenti e non si vede manco nu...

RABAT: Andate un po' fuori città a vedere i resti romani e troverete il posto dove hanno girato il film uccelli di Dario Argento. Incredibile la quantità di volatili tra cui molte cicogne. Il centro è carino, città moderna.

AUTOSTRADE: Ci sono e si paga il pedaggio.

ZAFFERANO: Non fatevi fregare dalla curcuma che è buona ma è gialla, non è Zafferano che è rosso. 10 grammi un euro. Non so se rendo. Con 10 grammi ci fate 40 risotti alla milanese per 4 persone. In Italia costa come l'oro.

CONFINE RITORNO: Vedi confine andata, ma adesso siete più esperti. Attenzione a controllare sotto la macchina che nessuno vi abbia attaccato un chilo di hashish così lo portate voi in Europa a vostra insaputi. Che se vi beccano vaglielo a spiegare che non ne sapevate un cazzo. E se non vi beccano vi fermano poi i trafficanti a recuperare il tutto. Non dev'essere piacevole, basta un po' d'accortezza.

VIAGGIO RITORNO: In spiaggia dopo Nerja, e in una stazione di servizio dopo Savona all'addiaccio con il sacco a pelo sulle formiche sono i luoghi ideali per le soste notturne.

BENZINA: Fate i pieni subito prima di entrare in Francia e subito dopo usciti così non gli date nemmeno una lira a questi francesi che oltre ad avere la benzina più cara d'europa hanno anche vinto i mondiali. Zio Billy, che nervoso.

LINGUA: Dicono che si parli l'arabo, ma appena vi vedono parlano il francese, che anche se non lo sapete è facile.

Bon jour, bonne soire, ca va, bien, e niente vi farà paura.

L'inglese e l'italiano sono sufficientemente diffusi tra i commercianti, cosa non si fa per vendere.

COSTO COMPLESSIVO TUTTO COMPRESO: 700 euro a persona per 3 persone.


Niente di ciò che è stato scritto è casuale. i personaggi sono reali ed ogni riferimento a fatti o personaggi reali è chiaramente fatto apposta. Nonostante tutto sono sempre tornato dai miei viaggi no alpitour quindi se volete soffrire anche voi come ho sofferto io chiedete informazioni. Sono disponibile per ogni richiesta da parte del sesso femminile e per quasi ogni richiesta dalla restante parte della popolazione. Il Vostro inviato Marcello Ciancio




Homepage di
Marcello Ciancio
VIAGGI

1998: Alta via n°4

1998: Olanda

1998: Marocco

1999: Capo Nord

2000: Siria e Giordania

2000: Tenerife

2001: Berlino

2001: Provenza

2001: Dolomiti di Brenta

2002: Vienna

2002: Stati Uniti

2003: Ungheria

2003: Portogallo

2003: Russia

2004: Grecia

2004: Bulgaria, Romania

2005: Argentina e Cile

2006: Australia

2007: Croazia

2008: Vietnam,Cambogia

2009: Islanda

2009: Grecia

2010: Scandinavia

2010: Andalusia

2011: California, Arizona

2012: Canarie

2013: Slovacchia, Polonia

2014: Singapore, Malesia

2015: Scozia

2016; Pale di San Martino

2016: Grecia - isole Egeo


Viaggi
Matematica
Contatti
Homepage